Blog

STRATEGIE D'ALLENAMENTO AL RIENTRO IN PALESTRA

STRATEGIE D'ALLENAMENTO AL RIENTRO IN PALESTRA

STRATEGIE D'ALLENAMENTO AL RIENTRO IN PALESTRA

Al rientro molte persone commettono uno sbaglio che può costare caro alla propria incolumità fisica: utilizzare gli stessi carichi usati prima della pausa estiva.

Riprendere l’allenamento usando gli stessi carichi, può portare ad un infortunio poichè la mente, semplicemente, non è ancora pronta ad affrontare i carichi di prima delle vacanze.

Ci si sente forti e riposati, ma la mente è ancora in stand-by e ha bisogno di essere risvegliata!

Riprendere piano piano gli allenamenti, non è una perdita di tempo come molti pensano ma è anzi una fase necessaria per affrontare le fasi della preparazione successiva.

L'allenamento in generale non è formato solo dalla componente muscolare, ma anche dalla componente mentale.

E' la mente la “centralina” di tutto!

Dopo uno stop di 1-2 mesi, bisogna ricominciare lentamente, con una fase di pre-atletismo, che può durare da 3 a 4 settimane ed è quello che noi chiamiamo “RISVEGLIO MUSCOLARE”.

Non si tratta dell’ allenamento fatto in spiaggia e offerto nei villaggi vacanza, ma è un tipo di allenamento cardio- funzionale eseguito con Spinner® Bike o “Body Weight”, ossia usando il peso del corpo e senza carichi, durante i quali tutti i muscoli vengono "risvegliati".

Consigliamo dunque 3 allenamenti alla settimana a giorni alterni usando carichi bassi e aumentandoli progressivamente, prima di arrivare alla fase delle preparazione successiva quando arriveranno le vere sfide.

Per quanto riguarda l’allenamento funzionale, permette di modulare meglio i carichi e di allenare tutto il corpo senza eventuali problemi posturali.

 

Dopo quanto si vedono i risultati dell’allenamento?

 

Questa è la domanda che si sente maggiormente porre il trainer ma per la quale non esiste una risposta univoca poiché i fattori che vanno ad incidere sull’esito finale sono molteplici e variegati.

Per raggiungere gli obiettivi non è sufficiente allenarsi costantemente qualche giorno a settimana ma in realtà non è così.

E’ necessario definire l’obiettivo e apportarepiccoli cambiamenti con una particolare cura da dedicare all’alimentazione e alle buone abitudini.

 

VARIARE LA TIPOLOGIA D’ALLENAMENTO

 

E’ fondamentale variare l’ allenamento evitando di fare solo esercizi cardio che portano ad una perdita progressiva del tono muscolare.

E’ necessario dunque,  alternare allenamenti cardio e allenamenti di tonificazione, in questo modo vi allenerete in modo completo. Oltre a variare gli allenamenti di cardio e tonificazione é importante variare anche gli esercizi perché se si effettua sempre lo stesso allenamento svolgendo sempre i soliti esercizi, i muscoli si abitueranno ad essi e non vi permetteranno di vedere risultati.

 

 

SEGUIRE COSTANTEMENTE IL PROGRAMMA DI ALLENAMENTO

 

Un allenamento costante è la chiave per avere risultati. Allenarsi sporadicamente non vi permetterà di avere risultati, anzi vi farà demoralizzare perché non riuscirete a vedere i progressi.

Allenarsi giornalmente non deve essere un obbligo ma è l’unico sistema per mantenersi in forma, ridurre lo stress e stare bene con voi stessi e con gli altri.

 

Dopo aver letto questo articolo vi consigliamo di riflettere sulle vostre abitudini e di andare ad apportare qualche cambiamento per  raggiungere più in fretta i risultati.

Tenere a mente ciascuno di questi suggerimenti sarà fondamentale, ma sarà necessaria anche una buona dose di pazienza  perché proprio come Roma non é stata costruita in un giorno, anche il vostro fisico non potrà cambiare in un giorno!

 

Buon allenamento!

 

Carmelo Di Giacomo

Spinning® Master Instructor

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


comments powered by Disqus

Ultimi post

  • COME USARE IL MICROFONO

    Ven 6 Dicembre 2019

    Utilizzare il microfono Il microfono è un oggetto molto familiare all’istruttore di Spinning® …

  • SPINNING® e SPIN Power®

    Mer 30 Ottobre 2019

    C'è una differenza abissale tra avere un misuratore di potenza e allenarsi con un misuratore di …